Tumbleweed: UMC e Fed-ex

product_thumbnail

Il meglio della produzione umoristico-satirico-depressiva dei due migliori autori italiani.

Visto che state già ridendo?

Battute, post e chiacchiericcio sterile, a riprova che si può ancora far ridere e pensare.

 Qui l’ebook GRATIS (sì, gratis) >>

Qui il libro di carta (che costa pochissimo) >>

“Sì, ma che c’è scritto?”:

  • Non è vero che l’aborto è come l’olocausto. Il Vaticano non collabora.
  • In Lettonia si è svolta la tradizionale corsa con le mogli in spalla. La difficoltà non sta nel peso ma nel sopportare le indicazioni sulla direzione.
  • “Papa Wojtyla era pronto alle dimissioni”. Ma non riusciva a firmarle.
  • Archeologi annunciano di aver trovato la casa di Ulisse. Ulisse annuncia di essersi trovato archeologi in casa.
  • Scatta l’ora legale, panico per me che devo sucarmi la solita battuta sui socialisti.
  • Lanciato il concorso“Miss Cameriera”: la ragazza più carina si aggiudicherà un posto di lavoro. Come nella vita vera, ma senza pompino.
  • Si allarga lo scandalo calcioscommesse. Ieri c’erano i carabinieri a guardarmi giocare con l’Atalanta su PES 2014.
  • Presentato un sofisticato dispositivo per individuare la bellezza ideale. Il cazzo.

 

COERENZA

“Amore, ricordi i primi tempi della nostra relazione?”
“Ma certo”
“Ricordi di quando manifestavo infiniti timori per la mia mediocrità, che strideva miseramente con il tuo essere donna straordinaria, e per bellezza e per carisma?”
“Come se fosse ieri”
“E ricordi anche cosa mi rispondevi? Sapresti ripeterlo?”
“Naturalmente. Ero, e sono ancora, convinta che la straordinarietà non risiede in un fisico tornito, in un carattere estroverso, in uno stile di vita avventuroso, bensì nella coraggiosa, umile, costante pazienza di affrontare giorno per giorno i doveri e le sfide che la vita quotidiana ci pone incessantemente di fronte. Nel silenzioso eroismo di chi rinuncia ad inseguire fantasie adolescenziali per donarsi senza esitazioni
o discontinuità alla persona con la quale ha deciso di dividere la propria esistenza”
“E dimmi, ti sembra che in questi vent’anni io sia venuto meno a questi propositi? Sono stato assente quando mi cercavi, inadeguato nel bisogno, insufficiente nella paternità?”
“Tutt’altro. Sei stato un compagno devoto e paziente, affettuoso e comprensivo, per me e per i nostri figli hai sacrificato ogni tuo passatempo, accantonato ogni ambizione”
“E allora, porcodio, mi spieghi per quale motivo ti sei scopata un ballerino cubano di vent’anni più giovane?”
“Che c’entra, lui ha il cazzo grosso”.

Ecco, sono 154 pagine così, fate voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.