Svolte di vita

Io non voglio pensare male, né questa riflessione ha alcunché di politico, ma immagino la vita di Di Maio senza la svolta pentastellata. Un ragazzo come tanti, che arrancava tra un lavoretto e l’altro. E ora vicepresidente del Consiglio, se la spassa con una splendida ragazza che CERTAMENTE lo avrebbe amato anche fosse stato uno spiantato. CERTAMENTE.
Lo immagino rientrare a casa e avere un dialogo con la mamma.

  • Gigi’, ha chiamato la chiattona.
  • Non la chiamare così, mamma, lo sai che mi dà fastidio!
  • Eh, come la devo chiamare, MISSNORVEGGIA? È una chiattona. Tiene pure ‘o monociglio.
  • Senti, Filomena non sarà bellissima o magrissima, però…
  • Bellissima? Aggj vist cacate di cane più avvenenti. E magrissima? Ma quella tiene un culo che se ci giri attorno devi prendere ‘o filobbus! E tieni pure da pigliare la coincidenza!
  • Smettila!
  • Giggi’, sient’a’mme, trovati ‘na fatica bbuona, che la prima cosa che tieni da cambiare è chella cessa.
  • Mamma, sto già lavorando su questa cosa. C’è un Movimento…
  • ‘O movimento lo deve fare chella chiattona, così si smuove pure ‘o Vesuvio.
  • Smettila mamma! Sono dentro un movimento politico che vedrai… mi farà svoltare la vita.
  • E chi comanda?
  • Beppe Grillo.
  • ‘O comico?
  • Sì, ‘o comico.
  • Sient Giggi’, fai quello che ti pare, ma tu davvero pensi che gli italiani votano a un comm’a’tte?
  • E perché, a me che mi manca?
  • Figlio mio, i’ te vogl’bben, ma guardati: tien pur ‘o cul a collo alto, eddaj.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.