La coscienza del neocatecumenale

famcristionline_20150210223547113_1240898
Una normale famiglia degna di stima viene applaudita da normali famiglie degne di stima

– Caro…
– Dimmi cara…
– Non so come dirtelo…
– Che succede?
– Non ti arrabbiare con me…
– Dimmi
– È che… questo mese… non ho un ritardo.
– Sì, hai un ritardo, è normale, come sempre. Ci mancherebbe.
– No, non hai sentito. NON ho un ritardo.
– COME!
– Eh, sì. Niente, nessun ritardo. Mi sono tornate.
– MA CRISTO!
– Non arrabbiarti con me.
– Ma dai! Non ci sono stato così attento! Come è possibile!
– A volte può succedere!
– No che non può! Un mese perso nel regalare un altro figlio a Nostro Signore! È inaccettabile!
– Sì, però ne abbiamo già dodici…
– COSA HAI DETTO?
– Niente, scusa…
– I figli sono tutto quello che noialtri possiamo dare al mondo! Dodici non sono niente! Manco la panchina di una squadra di calcio di bassa classifica di serie B!
– Non parlare sempre così dell’Inter.
– Dai, sono nervoso!
– Hai ragione…
– Certo che ho ragione! E adesso? Questo mese che devo fare? Come spendo i soldi? Vuoi vedere che mi tocca comprarmi una moto?
– Dio, non farti sentire così, mi dispiace tanto…
– Cazzo, cazzo! Lo sai che succede ora?
– Ogni volta me lo dici, lo so…
– E te lo dico anche stavolta! Adesso succede che il nostro pianeta ha una bocca in meno da sfamare per un mese almeno. E VOGLIO SOTTOLINEARE “ALMENO”, perché il mese prossimo qua o due gemelli o succede un casino.
– Caro, farò il possibile… ma non dipende tutto da me…
– Sai da quanto non abbiamo un figlio?
– Da undici mesi…
– UNDICI MESI! CHE ORA DIVENTANO 12!
– Sì.
– I figli sono una benedizione! Richiedono cure, amore, denaro, cibo, risorse, tempo! Tutti i doni di Nostro Signore! Dio è contento solo se facciamo figli! Perché è importante sostituire quelli che fa morire in Africa e a Secondigliano! Figli! Tanti! Più delle cavallette, devono essere. Anzi: più dei cinesi! Così invece a me tocca lavorare un po’ di più, avere un po’ meno stima da parte delle persone timorate di Dio, mi trovo a pesare meno sulle risorse globali e dunque vado ad allungare i tempi di sopravvivenza su questo pianeta e ad allontanare ancora la venuta dell’Apocalisse. QUANDO CAZZO CI RICONGIUNGIAMO A DIO SE TU NON FAI FIGLI? FIGLI! FIGLI!
– Sì, farò tutto quanto posso.
– Se’, vabbè. Vado.
– Dove vai?
– DOVE VUOI CHE VADA! A COMPRARE UNA MOTO! E LE FACCIO TOGLIERE PURE IL CATALIZZATORE! ANZI: PURE LA RUOTA ANTERIORE! CAZZO ME NE FACCIO! IMPENNARE! SEMPRE! RISORSE! SPESA! INCOSCIENZA CIVILE! FOTTI IL PIANETA! E MENTRE ESCO ACCENDI TUTTI GLI ELETTRODOMESTICI! A CAZZO!
– Sì caro. Però…
– Però che?
– Che moto?
– Boh, una Yamaha.
– E pensi che te la consegnino subito?
– …

Una risposta a “La coscienza del neocatecumenale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.