Pacata analisi dei risultati elettEHI, UN GATTINO!

maalox

Spero che finalmente tutti abbiano chiara la reale portata della “Rete” circa la rappresentatività del Paese reale. Anche se siamo immersi nei social al punto da cercare un “Mi piace” pure sul culo della commessa di H&M, là fuori c’è un mondo. Un mondo. Che di Grillo si ricorda le sparate a Sanremo contro Craxi, che votava Craxi, che oggi voterebbe Craxi, che è Craxi.

Fare affidamento sui movimenti di opinione da “Condividi se vuoi far tornare i marò a casa” e “Clicca qui se vuoi abolire il cancro” è non solo puerile e sognatore ma davvero caricaturale.

Renzi non ha vinto per gli ottanta euro. Renzi ha vinto perché non ha un apparato basato su blog aziendale e caciara da piazza. Così come Berlusconi non sapeva manco dell’esistenza dell’internet quando ci umiliava nel mondo con le faccine a Michelle Obama e si faceva conoscere come italianovero con l’appalto socialista nella mano destra e un Dell’Utri sopra la finestra.

Il buzz markettaro internettiano funziona, funziona tanto, tantissimo. Ma in quel mondo là, che non il “IL” mondo, che non raggiunge l’elettorato attivo/passivo/nonsanonrisponde. E pure avere il botto di “like” per ogni “vaffanculo” urlato su Facebook non è indicativo di nulla. Perché questo pomodoro ha 43.512.032 like. Senza essere manco passato per uno spot Yomo.

Rilassiamoci, gente: internet è un campetto di parrocchia: ci si esalta, si corre, si suda, si ricevono ceffoni, si segnano pure bei gol.

Ma là fuori si gioca al Bernabeu.

4 risposte a “Pacata analisi dei risultati elettEHI, UN GATTINO!”

  1. Lo so, la prendo molto alla larga.
    Ho appena visto il vincitore del GF13, tale Mirko il marchigiano, entrare trionfante in onda dalla D’Urso, e venire trattato come un ritardato da questa. Che lo guardava con tenera compassione (il tizio avrebbe intascato 250K euro per la vittoria nel GF13…).
    Per cui, in questo contesto, azzardo alcuni postulati.
    Le elezioni le ha vinte il PD? merda.
    Le avesse vinte il M5S? merda.
    Le avesse vinte Tzipras? merda.
    Le avesse vinte Berlusconi? merda.
    A propositoooo!!1!11!! (scusate l’inciso ma qui mi incazzo).
    Il Berlusca (al quale almeno 3-4 volte ho dato il voto fino a 5 anni fa) ha fatto campagna elettorale ripetendo sempre: “A chi affidereste i vostri risparmi? a Renzi che non ha mai lavorato, a Grillo che è un comico o a me che sono imprenditore di successo blabla con migliaia di posti di lavoro blabla…?”
    Ebbene, io col cacchio che affido i miei 47 € a uno che oggi 27 maggio ha ingaggiato Pippo Inzaghi come allenatore del suo Milan, licenziando Clarence Seedorf e pertanto dovendo versare a quest’ultimo 10 milioni di euro!
    Se gestisci i miei 47 € come stai facendo con i tuoi milioni, sono fottuto, c’è poco da ridere (tranne che per Seedorf ovviamente).

    Per concludere, il problema non sono gli eletti o i non eletti.
    Sono gli elettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.