Non è vero ma non ci credo

noncorrere

Wojtyla e Roncalli saranno dichiarati santi il 27 aprile. Dunque fino ad allora aspettate a chieder loro miracoli: potrebbero non realizzarsi.
Restano valide le preghiere ai santi già in possesso di regolare attestazione.
Quando mi chiedono: “Scusa, ma per una guarigione da un’epatite, che santo mi consigli?” io tendo a non dare indicazioni troppo precise, limitandomi ad indicare i grossi, quelli che tendenzialmente non danno fregature. È ovvio che un San Francesco garantisce un servizio migliore di un San Venanzio, quanto meno per il ranking. Tuttavia, visto anche l’affollamento di preghiere per questi “big”, non è raro trovarsi molto bene con i santi di seconda e terza fascia, spesso più agili. Conosco un amico che si è rivolto a San Bartolomeo ed è rimasto molto soddisfatto, mentre un altro, che aveva chiesto una semplice vincita al Gratta e Vinci a Gesù, è rimasto delusissimo.
Personalmente però sconsiglio di rivolgersi ai “santoni”: con Padre Pio si rischia davvero molto. Non è raro trovare macchine fortemente incidentate, equipaggiate con delle icone del Santo in questione, risultate totalmente prive di capacità protettiva.
Nel dubbio io consiglio sempre, in associazione con rosari e immagini votive, anche di allacciare la cintura. Certo, non è che occorra affidarsi in toto a queste cose, ma la tecnologia, se non giunge ad eccessi, può almeno dar conforto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.