Grandi obiettivi e piccole riparazioni

Tre degli otto resti mortali trovati durante gli scavi nel convento di Sant’Orsola, nel centro di Firenze, sono compatibili con l’età di morte di Lisa Gherardini, la modella usata da Leonardo per il quadro della Gioconda. Sono i primi risultati degli esami compiuti sui resti dall’Università di Bologna. Lo rende noto il Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storici Culturali e Ambientali che conduce la ricerca delle spoglie di Lisa Gherardini. [Repubblica]
Penso a quella commissione. Ai singoli componenti. Alla moglie di uno di questi:

– Caro, bentornato. La cena si è freddata.
– Scusa cara ma ero alle prese con quello scavo nel convento di Sant’Orsola. Credo siamo molto vicini alla soluzione.
– È da un mese che torni a quest’ora. Non ci sei mai.
– Ma si tratta di un importantissimo passo nella direzione che l’umanità sta cercando di percorrere da sempre.
– La cura per il cancro?
– L’identità della Monna Lisa.
– Ah.
– Pensa che Ulderico Suffemigi e Marcello Buzzati Buggioni ritengono che la datazione di quelle spoglie possa…
– Ci vuoi il purè con la fettina?
– Eh? Sì, il purè. Dicevo: Alderico Saccenti Saputi e Bormelio Della Calanca concordano circa la necessarietà di ulteriori approfondimenti tramite DNA che potrebbe…
– Ti ho stirato la camicia grigia.
– Sì, grazie amore. Sai che anche l’Università del Salento concorda riguardo alla prima datazione effettuata con il professor Sebaceo De’ Mollicotti? Sembrerebbe realmente che…
– Mi scopo l’idraulico.

Una risposta a “Grandi obiettivi e piccole riparazioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.