Nuts!*

*In gergo pokeristico indica la mano imbattibile. Altrove significa idiozia. Tipo qua.

[Nato dalla perversione del sublime Mu Ho (Paolo Murgia) e del solito UMC]

Avvertenza per una piena comprensione del pezzo: conoscere la terminologia pokeristica aiuta. Non conoscerla è meglio.

__________________________________________

 

Netanyahu: Pronto, sono Benjamin. Parlo con Barack?
Barack: Ehi, mi spieghi cosa sta succedendo? Cosa sono tutte quelle bombe? Qua mi stanno facendo una testa così… Lo sai a chi hanno dato il nobel per la pace quest’anno? All’Unione Europea perdio! Io sono meno dell’Unione Europea?!
Netanyahu: Tranquillo, non è successo nulla. E poi chi te lo leva il nobel? Abbiamo solo un problema con Hamas e i palestinesi. Non vogliono accettare che…
Barack: Accettare cosa? Ma questo gioco al massacro dove pensi che porti?
Netanyahu: Il fatto è questo, Barack: questi si nascondono al piccolo buio, e tirarli dentro non è facile.
Barack: Eh?
Netanyahu: A Gaza, per dirti, noi abbiamo lanciato un paio, di missili, che avevamo lì. Nel punto d’impatto c’era 992. Noi con 9J avevamo un tris sul flop.
Barak: Che cazzo dici? Capisco che sia una mano blindata, ma Cristo!
Netanyahu: Blindata mica tanto, Hamas aveva full sul flop secondo l’intelligence, così gli abbiamo fatto raise x3 su delle scuole nelle vicinanze, e loro hanno fatto call all’onu. Call, dico. Non esiste. Dovresti rilanciare in quei casi, lo sa anche Doyle Brunson…
Barak: Su questo concordo. Si deve rilanciare. Ma considera che qua si parla di heads up, che è un altro mondo. Cioè, siamo io e te, Net?
Netanyahu: Certo. Qui c’è solo il mio schiavo loose passivo.
Barak: Non mi interessa delle tue pratiche con Dario Minieri. Ascolta, tu non puoi far arrivare Hamas allo show-down. Saremmo perdenti. La gente sta dalla parte dei deboli, lo sai.
Netanyahu: E che cosa mi consigli allora?
Barak: Il pubblico sta con chi getta la pietra. Io penso che dovresti fare un passo indietro.
Netanyahu: E se lanciassi missili di pietra?
Barak: NONONO! Niente missili perdio! Leggi il manuale di Harrington il volume 3. Che dice?
Netanyahu: E che ne so, è scritto tutto in ebraico. Fammi un sunto, non voglio regalare carte ai palestinesi. Non è meglio se andiamo tutti all-in Gaza?
Barak: Sei già all-in percristo. Vuoi restare corto? Qua abbiamo i media contro e se mi hanno rieletto stavolta è solo perché il repubblicano, Ramones, come cazzo si chiama, era veramente un pollo.
Netanyahu: Ci mettiamo in preflop?
Barak: Mettersi in preflop non significa una mazza ma fa ridere. Ok. Te la senti tu? Di metterti in preflop? Guardami guardami! Che vedi?
Netanyahu: Una cornetta del telefono?
Barak: Esatto. E di che colore è?
Netanyahu: Nera
Barak: Sei in flush draw! Hai capito ora?
Netanyahu: Uhm, quindi a questo punto dovrei mettere in preflop i soldati e lanciare un paio di missili in Iran? Così mentre i media si concentrano lì posso andare a vedere il bluff di Hamas
Barak: E’ un’idea. Hai valutato il tuo bankroll?
Netanyahu: Perdio Barak, siamo ebrei, siamo pieni di bankroll! Non è certo un problema
Barak: NON SI PUO’ ESSERE PIENI DI BANKROLL!
Netanyahu: No?
Barak: Non ora. Ricapitoliamo Se checki puntano, se punti raisano. Questi ci fanno il culo! Devi capire quando foldare. E questo è il momento di foldare.
Netanyahu: Allora secondo te foldo e aspetto che i palestinesi bettino di morte naturale?
Barak: I palestinesi sono morti. O corti. Non betteranno.
Netanyahu: Facciamo così, io consulto ancora una volta la Torah, ne ho una versione semplificata in arabo scritta con la supervisione di Jennifer Tilly: non si capisce una mazza ma ci sono le tette. Così capisco se posso, per un paio di settimane, smettere di bombardare i palestinesi senza essere in colpa verso JWH o quello che è.
Barak: Ma prima che altra versione della Torah avevi? Quella di Negreanu? Quella di Negreanu?!
Netanyahu: No, no, quella di Kasparov
Barak: NO NO NO! QUELLO E’ ULTRALOOSE! Apre con J BANANA ALFIERE IN C4! E’ ridicolo! Ti sei formato con Kasparov! Ora si spiega tutto! CheckYourBets perdio! CheckYourBets!
Netanyahu: Per la barba di Mosè, stavo per farmi inculare. Se pesco il capo del Mossad lo floppo per bene. Facciamo così, vedo di procurarmi una copia decente della Torah, magari in turco, poi ti callo io
Barak: Va bene. Adesso però dimmi se sei underpair.
Netanyahu: Sì sì, mi sono appena alzato. Più underpair di così potrei essere solo nudo.
Barak: Bene. Chiama il Mossad e digli di appoggiarti e mai raisarti, ok?
Netanyahu: Ricevuto, dobbiamo dare l’idea di avere bottom.
Barak: Stai usando termini pokeristici del tutto errati e la cosa rende questa conversazione ulteriormente demenziale. Comunque, quando arrivano i primi missili voi non rilanciate, è importante. Non rilanciate. Aspettate almeno una coppia suited. E tu sai che è impossibile. Picche Picche è solo un esempio, eh. Picche picche. Ripeti con me: picche picche.
Netanyahu: Picche picche. Capito. Non rilancio, li lascio giocare come se non avessi che un j-cetriolo e poi appena settano li nuclearizzo.
Barak: E allora fa’ un po’ cohen cazzo ti pare.

______

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.