Venghino sìori

Omicidio dei due anziani coniugi di Lignano, gli inquirenti ad una svolta: “Uccisi chi?!”.
Fermata una giovane sudamericana. Già solo per il culo.
Le indagini hanno seguito in precedenza altre piste. Dapprima è stato interrogato il fratello della donna uccisa, per la singolare coincidenza tra la morte violenta e la curiosa clausola testamentaria: “Se muoio uccisa va tutto a mio fratello che non mi sta costringendo a firmare nulla“.
Poi sono stati interrogati dai carabinieri tutti i cinquanta artisti del circo “Bellucci più Mario Orfei”, che erano a Lignano quella notte:
– Dov’era la notte del delitto?
– Sul trapezio.
– E lei?
– Nel cannone.
– Lei invece?
– Con le tigri.
– E lei, la notte del delitto, dove si trovava?
– …
– Non risponde? Guardi che non rispondere all’autorità potrebbe metterla in seri guai.
– …
– Appuntato, metta a verbale che la scimmia non risponde.
Il test del DNA ha poi scagionato tutti i circensi.
Anche se pare pentito di qualcosa quello pallido col cappellino nero, tradito dalla lacrima.

Una risposta a “Venghino sìori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.