Finché non mi cacciano (37)

Intanto sono stati liberati i giornalisti italiani catturati. I rapitori, non abituati alla stampa italiana, non li hanno sopportati più a lungo di due giorni.
Sono stati tra i momenti peggiori della mia vita, molto più faticosi di altre volte in cui mi sono trovato in situazioni difficili“, ha dichiarato uno dei rapitori.
(Tra l’altro bisogna capirli, c’era pure uno di Avvenire).
[Su L’Unità, qui]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.