La mamma degli imbecilli è sempre inc… ehi, ciao mamma!

swa

Bambino calabrese picchiato e mandato in ospedale da tre compagni di scuola rom. Vedi, a tenerli nelle stesse gabbie.

pubblicata da Umore Maligno il giorno mercoledì 20 aprile 2011 alle ore 19.01

www.umoremaligno.it

 

COMMENTI

sei un povero coglione razzista… sono calabrese e proprio di catanzaro, i bambini erano tutti e tre rom intanto. ho letto altre tue cagate come la battuta su renzo bossi e i terroni… sei patetico..

hahahahahhahahahahahahaha simpaticissimo davvero!!! ti senti sul palco di zelig cialtrone??? t’immagino lardoso e inutile seduto davanti al tuo monitor che ti regala attimi d’importanza con il “mi piace” di qualcuno degli altri inutili che ti leggono… vergognati e cercati qualcosa da scopare

che sarebbe questa, satira? ahahahha.. la satira è roba da persone intelligenti, cazzoncelli come voi non possono permettersela.
‎Umore Maligno e tutti gli idioti che in questa nota ti stanno supportando siete dei grandissimi coglioni!!!!!!
e ti segnalo all’istante!!!!

senti simpaticone perchè non vai a fare bunging jumping dal ponte più alto vicino casa tua, possibilmente non portandoti dietro la fune!!!!

lega lombarda razza bastarda.. anche gli svizzeri non vi vogliono più nella loro terra.. ciò vorrà dire qualcosa no..!? rimarrete soli con il vostro leader e con quel trota del figlio!! ma ci parlate anche con sta gente ignorante?

Che tristezza. Ci tengo a precisare che noi calabresi non siamo tutti come Laporta o Veneziano. Non si direbbe, ma dentro le gabbie si trova anche gente autoironica e in grado di far funzionare i neuroni.

ha capito che con questa battuta cretina hanno paragonato i calabresi all’atto vandalico dei rom o no!!!!!
tu ti senti criminale, e quindi criminalità=calabria!!!

Dai su Finitela di dire baggianate, pretendete di fare satira quando non sapete neanche farvi una trombata siete solo dei repressi e le vostre donne vengono qui sparlando dei maschietti milanesi e cercando sesso

anzi trasferisciti in Padania tra i tuoi “simili simpaticoni”, non meriti di stare in Calabria perchè noi calabresi questa ironia del cazzo non la condividiamo!!! va bella và!!

ma il bello è che poi l’estate vengono a rompere le palle in calabria ed in sicilia.. ma statevene a milano marittima o nel vostro bel mar adriatico.. che i vostri soldi non ci servono pezzenti!!

Lo so che lo vorresti nel deretano brutto frocio ma penso che la misura superi il diametro del tuo ano prova con una carota brutto frocio

Noi che possiamo ed abbiamo le possibilità di procreare sicuramente lo faremo al contrario tuo che avrai il pipinnino consumato dalle seghe davanti siti porno ( omosessuali) ovviamente ahahahaha

‎Umore Maligno già il fatto che ti nascondi dietro ad uno pseudonimo per creare sta pagina di mmerda fa capire tutto. per non parlare dei tuoi commenti privi di significato e di umanità (soprattutto)!!!!

_________________

Abbiamo provato a spiegare che la battuta è un tipico rovesciamento logico: si parla del MALE entrando direttamente nelle sue vesti, per atteggiarsi come farebbe lui. Questo facciamo, su Umore Maligno, di fronte ad una platea abituata a quel razzismo strisciante e talmente radicato in ciascuno di noi da non saperlo più riconoscere.

Abbiamo spiegato che questa rappresentazione è talmente grossolana, pecoreccia, caricaturale che anche un idiota riuscirebbe a visualizzarla correttamente in tutta la sua terribile e venefica forza sociale.

Abbiamo infine fornito gli elementi per comprendere la reale chiave di lettura di quella che è una vera e propria denuncia, costruita con un linguaggio tipico di chi ogni giorno incontri in ascensore e ti approccia con un “io non sono razzista, però ‘st’immigrati…”.

La battuta, tutte le battute di Umore Maligno, sono scritte da un gruppo che al proprio interno ha sardi, abruzzesi, pugliesi, siciliani. E calabresi appunto.

I commenti sopra sono solo alcuni esempi rappresentativi del livello culturale del popolo facebookiano medio. Persone che si sentono offese per loro limiti di comprensione. Gente di un livello (evidente anche dall’approssimativo italiano) che impedisce loro non solo la decodifica del senso delle parole ma anche li priva dei meccanismi-base del ragionamento per inversione: tutto quanto è scritto viene letto ed interpretato alla lettera, senza filtri: novelli evangelisti di un mondo costruito sui “xké” e sui “tvb”.

Si tratta di persone provviste di un kit di auto-etica pret-a-porter sempre alla mano, pronti a vaccinarti quando trovano qualcosa che loro pensano sia infetto. E’ come essere operati da uno convinto di essere chirurgo solo perchè ha visto due puntate di E.R.

Persone spaventose, prive di senso dell’ironia, di capacità di elaborazione. Incapaci a tal punto da non comprendere come quella battuta sia a loro favore, denunci proprio il razzismo, miri a sradicarlo dalle coscienze.

Non lo capiscono.

Del resto sono calabresi.

32 risposte a “La mamma degli imbecilli è sempre inc… ehi, ciao mamma!”

  1. UMC ti adoro con tutto il mio midollo di sicula terrona!!!! E la tua chiosa è spettacolare!

  2. Anche io sono calabrese e commentai questo post in modo autoironico. Però non attaccherei così i commenti, piuttosto terrei conto del contesto socio culturale calabro e di come l’attaccamento forte alla terra sia così forte da dover precedentemente tener conto di possibili commenti “forti”. Non è tanto “auto-etica pret-a-porter”, tanto quanto la pressione esercitata, che è proporzionale tanto quanto si parli di loro.
    Alcuni, più che non capire la battuta, hanno esercitato il diritto di difesa.
    Del resto siamo calabresi.

  3. Quante volte ho affrontato questo discorso con amici e non. Quante volte ho visto gli stessi insulti vomitati addosso a quelli che fanno satira in tv o sui giornali. La maggior parte delle perosne non capisce che la satira dovrebbe, non solo far ridere, ma far riflettere. Se non smuove il dibattito che satira è?…io non sono razzista, ma certa gente…

  4. caro invertito( in effetti parti già con uno pseudonimo che rovescia i ruoli)
    hai comunque una bella scorza a reggere tutto questi insulti ; io per un commentino apposto un giorno su una battuta feroce di U.M. mi sono vista recapitare sulla posta una sequela di insulti e cattiverie superiori in violenza e in numero a quelli di tutta la mia ormai non breve ahimè( ma questo non c’entra ) vita.Ho scoperto che mi facevano male ed anche un pò paura non solo per l’inquietante sensazione di essere un bersaglio inconsapevole di ottusità e grossolani pregiudizi ma per aver toccato con mano la genesi del razzismo Hai tutta la mia simpatia e solidarietà.Anche se sono una orgogliosa terrona e , figurati , una donna

  5. @tutti quelli che hanno commentato la battuta con critiche sterili, ecco un paio di consigli dalla regia:

    1) Fatevi una cultura e leggete di più perchè siete il riflesso della mediocrità;
    2) Se non avete abbastanza facoltà cerebrali per confrontarvi con cose più alte di voi (che vi portate solo in giro ad immettere Co2 nell’Ozono respirando inutilmente ai fini dell’evoluzione della specie), andate a visitare solo siti di stencil per la cameretta dei bimbi. Fate un favore all’umanità.

    Grazie dell’attenzione e se qualcuno non avesse capito bene, in alternativa al sito di stencil, potrebbe visitare la web page di Cepu.

    Fabio

  6. Sono una di quelle prive di umanità…e vorrei dire che trovo alquanto triste dovervi “spiegare”.
    Continuate per la vostra strada che siete perfetti così come siete.
    Solo una cosa però Max,quando ti decidi a eliminare quel calabrese dalla redazione?

  7. “Io non ho nulla contro i negri, o contro i froci… purché i due fenomeni non si verifichino contemporaneamente.”
    Peccato non mi ricordi di chi sia.

  8. “…le battute di Umore Maligno, sono scritte da un gruppo che al proprio interno ha sardi, abruzzesi, pugliesi, siciliani. E calabresi appunto…”
    Io non sono secessionista, però sti’ terroni…

  9. Gran pezzo.
    E non sto parlando dei vostri pipinnini!
    I lardosi sardi,abruzzesi, pugliesi e siciliani passino pure a ritirare il loro obolo da me.
    I calabresi no, che si fottano!

  10. Secondo me la maggior parte dei commentatori ha un Q.I. di 140.
    E la tua replica sul senzafiltro è sacrosanta, mi chiedo tuttavia come tu abbia avuto voglia di spenderci anche un minuto.

  11. Non ci credo. Dopo un ‘ berlusconiano di merda’ ti becchi anche un colpo di ‘ leghista’. Come fai a sopportare questo? Continuando su questa strada il prossimo insulto quale sarà?

  12. Se ci avete fatto caso, quei commenti sterili e gli insulti arrivano dai terroni, quindi la battuta era giusta. Comunque l’idea di fare “bunging jumping” senza fune non era male. Mi chiedo come mai chi ci ha provato non ne parli mai.

  13. Pure io sono calabrese, ma non me la vengo a prendere con te, come diceva il buon Guzzanti. Ma quanto era bella ed efficace la campagna di Oliviero Toscani, ricordi?

  14. Quando vedo sfilze di commenti del genere resto sempre basito. Basito di quanto la gente possa essere binarizzata e paraocchiuta e -inserire aggettivo inventato ad hoc-.
    Non so, cioè, davvero ci vuole uno che si possa definire intelligente solo perché è talmente tanto coglione da fare il giro e tornare indietro, per ritenere serie cose del genere.

    Che poi alcune delle battute sian talmente tirate da non far ridere, è un altro conto.

    Mah.

  15. Comprendere la reale chiave di lettura…decodifica del senso delle parole… Il popolo di facebook é molto incazzato per questo. Anche loro vogliono delle spiegazioni! (da testardo abruzzese gliele darai…). : )

  16. secondo me il problema grosso non è che sei Abruzzese , è proprio che sei Pescarese.
    Non li sopporto i Pescaresi.

  17. Solo questo hai sbagliato: nessuno di loro avrebbe la finezza di scrivere xké con l’accento acuto (questo sconosciuto).

  18. Accidenti non mi sono mai divertita tanto, sia con gli insulti che con le repliche!
    Torre di Babele docet e da l’esatta misura dell’ignoranza che impera quotidianamente.
    Le sinapsi stridono..che ci vorrà come unguento per fare in modo che si colleghino adeguatamente..?
    :-)) grazie grazie grazie la mia autostima ha fatto incetta di punti.

  19. Minkia, io l’ho trovata spassosissima la battuta. Tant’e’ che ho riso, ma riso, ma talmete tanto ho riso che ho vomitato sangue.

  20. “Ehi, ieri ho letto che gli amministratori di una pagina di black humor sono stati denunciati…”
    “ah…”
    “Ho letto una: ‘sai come fai a prendere 15 mosche con una mano? Dai uno schiaffo a un bambino africano’…ho riso come una merda, anche se mi sono sentito un mostro…”
    “Ahahahahahahahahah ma dai stai diventando razzista…anzi, sei razzista…” (ha cominciato prima di me con il black humor e il cinismo cronico – io adesso quando vedo un nero dopo aver scorreggiato mi metto a ridere)
    “COSA?! IO RAZZISTA??! NO! IO NON SONO RAZZISTA!!!”
    “…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.