E la garanzia?

Verona: trovata statuetta della Madonna che non piange.
Lacrime, sangue: niente proprio. Neppure spingendo l’apposito pulsante sulla schiena. Malfunzionante anche il colpo di karate.
La comunità sgomenta si interroga: “è difettosa?”, “è un falso?”, “è un vero?”, “piangi perdìo”.
Si indaga tra i fornitori di Madonne: sembrerebbe che quella partita abbia tutta lo stesso difetto: a contatto con la popolazione non accade niente. A nulla serve diminuire ulteriormente il livello culturale dei fedeli o irretirli con minacce di fiamme eterne: si stanno facendo scaltri, ‘sti bifolchi. E protestano.
In serata comunicato ufficiale della diocesi locale che dovrebbe placare gli animi annunciando le prossime liquefazioni: del sangue di San Gennaro e della residua credibilità di queste menate.

8 risposte a “E la garanzia?”

  1. Si vocifera che non sia solo quella la madonnina che si rifiuta di piangere e pare sia stato ritrovato un carteggio scritto col sangue proprio dalle madonnine che rivendicano uno sciopero a oltranza per lo sfruttamento ignobile cui sono sottoposte dai loro datori di lavoro. Vogliono che le loro provvigioni sulle offerte passino dallo 0,01%, almeno allo 0,4% e poi gradirebbero anche la tredicesima e le ferie (la malattia non gli serve perchè si guariscono l’un l’altra).
    Mi paiono richieste più che legittime…

  2. Produzione cinese. Anche il mio Appadreppio ha le manine lisce senza alcun buco e ha pure la profumazione sbagliata, tipo vetiver. C’ho messo anche dell’acido fenico, ma niente da fare, è di pvc e il fenolo lo ingiallisce e basta.
    È che hanno un altro retroterra culturale: si limitassero a fare i buddha-che-ridono fermaporta. Dico io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.