Ripetitività?

Ricevo ogni tanto email di complimenti per le cose che scrivo.
A volte però leggo critiche, e la cosa ci sta. Critiche costruttive sono utili e fanno piacere.
Qualcuno mi rimprovera troppa blasfemia, ma su questo non transigo: è il mio modo di essere, se sta bene bene, altrimenti pace.
Ancora meno però concepisco critiche del tutto campate in aria.
Mi dice un tale Renato che sarei diventato troppo ripetitivo nei miei post. E la cosa è assurda.
Cambio stile ogni volta, cerco di inventare sempre roba nuova. Insomma, questa è davvero una cosa pretestuosa e del tutto priva di fondamento.
Voglio dire: la ripetitività? Ma dove la vedi?
Cambio stile ogni volta, e cerco anche di inventare cose nuove. Mi pare evidente. Dove vedi ripetitività?
A me sembra una cosa pretestuosa. Non c’è alcun fondamento in una critica del genere.
Su altre cose magari sì, quando si parla di critiche costruttive. Che sono utili e fanno piacere. Ma la ripetitività? Ma dove la vedi la ripetitività?
La cosa è assurda dato che cerco di cambiare stile ogni volta e mi metto là ore per inventare cose nuove. E’ una accusa pretestuosa, quella della ripetitività, per uno che non usa sempre lo stesso stile per scrivere e si mette là ad inventare ogni volta cose nuove.
Sulla blasfemia non transigo. Ma ancor meno sulla ripetitività.
Mi pare una critica pretestuosa.

12 risposte a “Ripetitività?”

  1. per esempio
    non e’ vero che poi mi dilungo spesso
    su un solo argomento
    per esempio
    non e’ vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento
    valentina
    non e’ vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento
    valentina
    non e’ vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento
    per esempio
    non e’ vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento

    Max Gazzè, “Cara Valentina”

  2. Beh, secondo me Renato ha ragione: usare sempre le stesse lettere o gli stessi segni di interpunzione alla fine stanca il pubblico.

  3. Ma si dice ripetititività o ripetitività?
    Proporre o proporrere?
    Non so mica…

  4. Nooooo Max Nooooooo, mi va bene la ripetitititititivita, ma “E’” non me lo devi scrivere!!
    Usa queste: È È È
    Te ne presto 3, quando le finisci chiamami!

  5. Ah, tu Zio preferisci quelle già pronte in blister? A me piace farle sul momento col Alt+0200 che poi si sente la differenza e non ci vanno i conservanti…

  6. Vero. Anche a me pare una critica pretestuosa.
    È proprio vero. Certa gente non sa che scrivere per denigrare il lavoro degli altri. La gente fa critiche pretestuose quando non sa che scrivere. Gli altri poi! Quelli che dovrebbero scrivere facendo attenzione alle critiche pretestuose di quelli che denigrano il lavoro altrui. Io non faccio critiche pretestuose, ma la gente si. E anche gli altri. Specialmente quelli che, non sapendo cosa scrivere, denigrano il lavoro, così, tanto per essere pretestuosi, e criticano quelli come te. È vero!
    (Se non altro ho imparato a fare la “È”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.