Nesso di causalità

– E come è morto?
– Sai quella targhetta sui treni, dove c’è scritto “è pericoloso sporgersi”?
– Sì.
– Infarto mentre la guardava.

– E come è morto?
– Sai quella missione di pace in Iraq?
– Sì.
– Ictus mentre ne leggeva sul giornale.

– E come è morto?
– Sai quei cartelli “ALTA TENSIONE, PERICOLO DI MORTE, NON TOCCARE”?
– Sì.
– Il vento l’ha staccato e gli ha mozzato la testa.

– E come è morto?
– Sai che aveva 97 anni ed era malato da tempo…
– Sì.
– Gli hanno sparato mentre prendeva le medicine.

– E come è morto?
– Sai che si dice di non dare da mangiare agli orsi perchè può essere pericoloso?
– Sì.
– Lui invece ha voluto provarci.
– Sì…
– E gli ha dato una scatoletta di tonno…
– Sì…
– E…
– E…?
– Si è tagliato con l’apriscatole: setticemia fulminante.

5 risposte a “Nesso di causalità”

  1. Bel Post! Tempo fa leggevo una riflessione sui cartelli “ALTA TENSIONE, PERICOLO DI MORTE, NON TOCCARE”: per metterli chiamavano dei Kamikaze?

  2. Giusto. La logica conseguenza di dubitare del rapporto di causa-effetto è dubitare del libero arbitrio. Zulli, la sua profondità (nonchè l’altezza) mi spaventa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.