Cerca
Riconoscimenti, vanagloria
"Il cattivo piu' temibile della blogosfera"

"Il cattivo piu' temibile della blogosfera"

"Miglior articolo"

Il tavernello della musica


"Miglior battuta"

Delitto di Cogne: Annamaria Franzoni torna a casa 12 anni dopo il delitto. Felice il marito, sorriso di circostanza per i due figli.


"Miglior battuta"

Roma, morto a 102 anni il partigiano Claudio Cianca. Una mattina, non si e' svegliato.


UomoMordeCane: IL LIBRO


Il miglior testo demenzial-satiric-comic-sans degli ultimi dodici minuti.
Trovi qui la tua copia
Citazioni e dintorni


...giunsi a metà libro e mi accorsi che il tavolo aveva ricominciato a ballare...

Posseggo una elevatissima intelligenza emotiva: riesco a risolvere problemi matematici complessi, ma poi piango.

Mi annoio rapidamente: il mio film preferito è Mery per un po'.

Non capisco come mai tutti facciano molto affidamento sui rimedi della nonna per curare i malanni: la mia, per esempio, è morta.

Continuo a trovare gente che mi vuole pagare in visibilità. Credo che a questo punto dovrei essere avvistabile a occhio nudo da Urano.

La mia ex era talmente bella che i suoi assorbenti usati venivano scambiati per Kandinsky.

Se Dio sta là a segnarsi le scopate della gente, non vi pare francamente eccessiva la stima che si nutre nei suoi confronti? Voglio dire, la parrucchiera di mia moglie fa lo stesso.

Quando qualcuno afferma di occuparsi di qualcosa "a livello olistico", salute compresa, penso sempre che concretamente non ne sappia un cazzo e su più piani, ma sia ferratissimo sui segni zodiacali.

Le ricerche interiori sono sempre complicate, probabilmente a causa di tutto quel sangue.

- mi sembra squisito, ma mi scusi: me lo può servire in un normale piatto tondo invece che rettangolare?
- certo signore. Posso chiederle perché?
- per non darle la scusa per farmi pagare un botto queste quattro verdure in croce.

Vorrei dimostrare al mondo tutta la mia voglia di cambiamenti, di rinnovamento. Ma sono uomo e ho i capelli rasati.

Credo così tanto nella pet-therapy che alla fine mi sono pure sposato.

Sono talmente ateo che ho riconosciuto distintamente la sagoma di una macchia di vernice nei contorni della Madonna che mi è apparsa.

Sorridere coinvolge 12 muscoli del viso. Riposatevi, siate tristi.

Il mio professore di religione non l'ho mai visto: era uno che si immergeva totalmente nella parte tramite metodo Stanislavskij.

È un periodaccio. Ho aperto un biscotto della fortuna. Il biglietto diceva solo: “stai scherzando, vero?”.

Sono talmente pieno di me che vado spesso dall'andrologo solo per farmi fare i complimenti.

Perché vendono macchine che fanno oltre 200 all’ora se il limite è 130? Per lo stesso motivo per il quale i preservativi in vendita si srotolano oltre misura: quel che compri è anche un sogno.

Se fossi nato a Kingston ora sarei un velocista. O una chiavetta USB.

Potrei essere considerato un maniaco della precisione, se questo termine mi descrivesse nel minimo dettaglio.

Io e mia moglie avremmo intenzione di mettere in cantiere un figlio ma in Italia è ancora vietato il lavoro minorile pesante.

Ho chiuso col lucchetto la mia bici su un ponte e al mio ritorno non l'ho più trovata: completamente ricoperta di altri lucchetti.

Vantarsi di non mangiare bistecche per rispetto degli animali è come vantarsi di non leggere libri per rispetto della foresta amazzonica.

Quelli che fumano sigarette elettroniche sono gli stessi che bestemmiano con un "Porco Zio".

Sfido chiunque a convincere un eventuale viaggiatore proveniente dal passato – che so: medioevo – che portare a spasso un cane con un laccio al collo, lavargli le palle e fermarsi ogni tanto a raccogliere la sua merda e portarsela poi dietro in un sacchettino, siano atti di una civiltà superiore alla sua.

A volte vorrei credere in Dio. Per deresponsabilizzarmi anch'io un po'.

Alla coda alle Poste c'era uno che si lamentava del fatto che i farmaci salvavita fossero in mani alla lobby delle case farmaceutiche. Gli ho detto che comunque meglio così che in mano alla lobby dei tassisti. Mi ha guardato come si fa con un pazzo. Ho allora provato a recuperare con "Meglio la lobby dei discografici?". Niente. Qualcuno si è messo a ridere: l'ho trovato di cattivo gusto per chi soffre in coda alle Poste. Cosa ci insegna questa storiella? Che alle Poste c'è sempre la fila.

Ero su Facebook e parlavo con uno che ha una macelleria. Mi diceva che non fa altro che condividere cose strappalacrime perché sono tutte accompagnate da: "Condividi se hai un cuore".

Un tempo collezionavo farfalle, ma la casa mi si riempiva sempre di figa.
Regressività progresso







































Twitter
UomoMordeCane su Facebook
luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio di luglio 2017

Risate a denti stretti

È difficilissimo esprimere un proprio pensiero che non si riesce proprio a tenere, esprimerlo bene per farsi capire al meglio senza travisamenti, fare in modo da non urtare gratuitamente le sensibilità e al contempo fregarsene di urtare più di tanto le sensibilità malate (ci sono categorie per ogni cosa: una volta si è offeso un fanatico dei marsupi perché avevo preso per il culo i marsupi), dire cose assennate ma che non sfocino nel banale ma anche che non appaiano da bastian contrario e originalone a tutti i costi.

E in tutto questo bailamme di contrappesi, espressività, misura e libertà, ottenere quel microconsenso capace di estendere un pochino la tua rete di contatti in modo da far raggiungere quel pensiero a più persone possibili, in uno slancio di pseudo-divulgazione 2.0 a basso costo, consapevole della enorme concorrenza, fatta di meme usa e getta e gattini mediaticamente insuperabili. Alla fine ci sarà sempre una parte di persone che ti criticherà per non aver espresso un pensiero allineato al loro, o averlo espresso con toni eccessivi o eccessivamente soft, o per l’aver usato un esempio a dir loro sbagliato o aver perseguito un fine giusto ma con mezzi erronei. Per non dire di chi ti rimprovera un pensiero non allineato alla tua precedente linea autoriale. Come se tu ne avessi una per contratto. O fossi un Bertinotti qualsiasi, incapace di adeguarsi al mondo che attorno ti cambia (MANCO LA ERRE HA IMPARATO CON GLI ANNI: MALEDETTO ARROCCAMENTO AGLI IDEALI COMUNISTI!).

Ma se pure, per una sorta di intervento divino, tu scrivessi il post perfetto, originale, condivisibile, geniale, inoffensivo pure per il marsupiale ma al contempo capace di far riflettere e porre le basi magari per un cambiamento minimo a livello personale o sociale, ci sarà quello che ti scriverà: “Tutto bello, ma hai dimenticato i marò”.

I marò.

Sapete quell’espressione che fate quando vostro suocero, 70 anni, al compleanno canta: “Tanti auguri a teeee, e la torta a meee…”? Quei denti stretti, sorriso forzato mentre dentro ti partono tipo Moto GP una sfilza di Madonne che passano da quella di Fatima a quella di Lourdes, coinvolgendo pure quella nera di Czestochowa in un orgiastico tripudio di divini MACCOSA, capace di farti saltare molari e premolari per l’eccessiva pressione tensiva?

Ecco, a me questo fanno i marò, oggi, 24 luglio 2017: si attaccano al lavoro del mio dentista.
Anche basta, grazie.

[Due anni fa il tormentone era già tale. E niente, stiamo ancora qua]

Cameriere, mi incarta il nuovo che avanza?

Complottismi e scarpe da tennis

– Non hai da dirmi nulla?
– Eh?
– Mi hai sentito. Non hai da dirmi nulla?
– Cosa?
– Va bene, va bene…
– Non capisco, amore. Cosa dovrei dirti?
– Lo sai bene!
– Ma no, ti giuro che non capisco.
– Non capisci, eh? E queste cosa sono?
– Scarpe?
– Esatto, scarpe! Ma che tipo di scarpe?
– Scarpe da tennis normalissime…
– Esatto, scarpe da tennis. E dimmi, tu giochi a tennis?
– Oddio, no. Ma le uso per…
– PER?
– Per uscire, normalmente, camminare! Non capisco il problema.
– Ah, adesso non capisci il problema. E se io adesso indossassi, che so, scarpe da ballerina di danza?
– Beh, non avrebbe molto senso… Ma vedo che le indossi davvero.
– Ah, le mie non avrebbero senso, bene bene!
– Mi spieghi che cazzo hai?
– Niente! Io voglio capire! Io mi pongo domande, mi informo! E tu no!
– Ma sono domande stupide!
– AH, LE MIE SAREBBERO DOMANDE STUPIDE! E LE TUE?
– Ma non ci sono domande da porsi se uno indossa scarpe da tennis per passeggiare! Mentre ce ne sarebbero se tu indossassi scarpe da danza classica per una camminata! Come infatti stai facendo!
– Dunque sei tu che decidi quali domande si possono fare e quali no, bravo! E questa secondo te è democrazia?
– MA COSA CAZZO C’ENTRA LA DEMOCRAZIA ADESSO!
– Già, l’hai capito! Non c’è più niente di democratico in tutto questo!
– MA TUTTI INDOSSANO SCARPE DA TENNIS PER PASSEGGIARE!
– E tu continua pure a fare le cose che fanno gli altri, senza porti domande! Io, caro mio, ragiono con la mia testa!
– Tu sei completamente rincoglionita!
– Certo, certo. E’ quello che dicono avresti risposto.
– Ma chi?
– Quelli sul sito noicifacciamodomandeesiamoinformatissimi.com. Gente che si pone domande, che si informa, che non si comporta da pecora!
– Ok, sei pazza.
– Sarò pazza, ma informata!
– Totalmente pazza.
– Ma con una testa pensante!
– E indossi scarpe da danza classica.
– Certo! Perché io ragiono!
– In inverno, con pioggia e neve fuori.
– Non mi faccio imporre nulla dall’industria dell’abbigliamento! Sai quanti interessi ci sono a che io compri un impermeabile! Tu invece sei un servo del sistema!
– Io non ho parole. Pur di fare un torto non si sa a chi vai a crearti dei casini, anche di salute. Oltre che fare la figura da idiota.
– La figura da idiota la farai tu, con quell’antenna HAARP!
– È un ombrello!
– Così ti fanno credere!
– Ok, è abbastanza. Vado via.
– Sì sì, vattene dai tuoi amichetti a giocare agli scienziati!
– Mi sa che torno molto tardi.
– Meglio! Perché stasera qua viene il gruppo di Whatsapp “MAMME INFORMATE”.
– In maiuscolo, ovviamente.
– Già. E parleremo di come fare per tutelare i nostri figli da tutto quello che si sente in giro. Anche dall’uso delle scarpe da tennis.
– Le scarpe da tennis, ancora…
– Sì, caro! Assodata efficacia dell’alimentazione melariana, diniego dei vaccini, lontananza dalle antenne, rimozione delle otturazioni, lotta alle trivellazioni che causano terremoti, mancato sbarco sulla Luna, memoria dell’acqua, presenza di rettiliani ai vertici della politica e dell’economia, ci resta l’analisi delle scarpe da tennis.
– …
– E GETTA VIA QUELL’ANTENNA! CI FAI INDIVIDUARE!
– Ma da chi?!
– LORO!
– Va bene. Senti…
– Dimmi. Che c’è adesso?
– Niente, ma ho letto sul web che…
– Che?
– Che i Rotschild hanno il controllo delle industrie manifatturiere delle calzature per danza classica.
– …
– È solo una voce sul web, eh.
– MA POTREBBE ESSERE IMPORTANTE! ADESSO MI INFORMO!
– Brava.